Rivalutazione beni d’impresa <br /> Foglio di calcolo

Rivalutazione beni d’impresa
Foglio di calcolo

€ 63.00 (IVA esclusa)

In questa sezione è possibile scaricare un foglio di calcolo in excel che consente di valutare la convenienza che la rivalutazione di cui all’articolo 110 del D.L. 104/2020 potrebbe avere per l’impresa, sia in termini civilistici (si pensi a quelle aziende con elevate perdite pregresse) sia, e soprattutto, in termini di futuro risparmio fiscale generato dal maggior flusso dei valori di ammortamento del bene rivalutato.
In particolare, il foglio di calcolo scaricabile in questa sede è uno strumento di supporto di semplice applicazione che consente in modo immediato di quantificare il risparmio in termini di flussi di cassa generato dalla rivalutazione del singolo cespite, sia materiale che immateriale. Inoltre, tale strumento, corredato al suo interno di una mini-guida operativa all’utilizzo, permette di analizzare anche quale possa essere l’impatto che tale rivalutazione potrà avere sullo scenario di breve periodo dell’azienda a livello economico-patrimoniale ed in termini di flussi di cassa. È possibile, infatti, inserendo i dati richiesti, raffrontare alcuni tra i più significativi parametri (Ebit, Utile d’esercizio, Patrimonio Netto, Posizione finanziaria netta, Flussi di cassa) con riferimento alle due diverse situazioni (ante e post rivalutazione). In tal modo, sarà possibile avere un quadro maggiormente completo sugli effetti che la rivalutazione del singolo cespite può comportare in seno all’azienda.

La rivalutazione del marchio
La rivalutazione disposta dall’articolo 110 del D.L. 104/2020 è destinata anche ai beni immateriali giuridicamente tutelati (marchi e brevetti).
In questa sezione, oltre al foglio di calcolo per valutare la convenienza della rivalutazione del singolo bene, è possibile anche scaricare il modello di valutazione del marchio, che consente di procedere alla stima di tale asset immateriale finalizzata ad una sua rivalutazione attraverso l’utilizzo dei più diffusi criteri metodologici presenti in dottrina (metodo del tasso di royalty, metodo del costo residuale, metodo del costo di riproduzione). Assieme al modello, inoltre, è possibile scaricare anche un file di word contenente la struttura della relazione peritale.  Va rilevato che l’articolo 110 del D.L. 104/2020 non prevede la stesura di una perizia asseverata per procedere alla rivalutazione del singolo bene. Tuttavia, è palese come risulti comunque necessario predisporre una relazione di stima del singolo cespite al fine di evidenziare le metodologie utilizzate in sede di rivalutazione dello stesso, soprattutto in caso di eventuali controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Descrizione servizio

Il Decreto Legge n. 104/2020 (Decreto Agosto), convertito dalla Legge n. 126 del 13 Ottobre 2020, ha introdotto una nuova rivalutazione dei beni d’impresa, prevedendo la possibilità per le imprese di procedere alla rivalutazione dei beni materiali, dei beni immateriali giuridicamente tutelati e delle partecipazioni di controllo e collegamento immobilizzate risultanti dal bilancio d’esercizio in corso al 31 dicembre 2019.

Tale rivalutazione deve essere eseguita nel bilancio dell’esercizio 2020 e può essere effettuata, a differenza delle altre rivalutazioni, distintamente per ciascun bene.

E’ possibile effettuare la rivalutazione ai soli fini civilistici, senza il pagamento di alcuna imposta sostitutiva, o procedere alla rivalutazione anche ai fini fiscali, attraverso il versamento di un’imposta sostitutiva del 3%, sia per i beni materiali che per i beni immateriali, da corrispondere in un massimo di tre rate annuali di pari importo.

Inoltre, il saldo attivo della rivalutazione può essere affrancato, in tutto o in parte, con il versamento di un’imposta sostitutiva del 10%.

Alla luce dell’introduzione di tali disposizioni normative, potrebbe risultare molto conveniente per le imprese procedere alla rivalutazione dei beni d’impresa, materiali ed immateriali, sia ai fini civilistici che anche, e soprattutto, ai fini fiscali.

Il foglio di calcolo “Rivalutazione beni d’impresa” consente di valutare la convenienza che tale rivalutazione potrebbe avere per l’impresa, sia in termini civilistici sia, e soprattutto, in termini di risparmio fiscale potenzialmente generato da un maggior flusso dei valori di ammortamento del singolo bene rivalutato.

Foglio di calcolo rivalutazione beni d'impresa

Il foglio di calcolo è molto semplice da utilizzare. L’utente dovrà compilare solo le celle a sfondo giallo ed i risultati saranno calcolati in automatico attraverso l’inserimento delle formule pre-inserite.

Impianto industriale

Oltre a valutare la convenienza ed individuare il potenziale risparmio fiscale generato dalla rivalutazione del singolo cespite, è possibile anche analizzare come tale rivalutazione andrà ad impattare sulla struttura economico-patrimoniale e finanziaria dell’impresa nel breve periodo. In tal senso, saranno comparati i diversi scenari (ante e post rivalutazione) con riferimento ad alcuni parametri di bilancio maggiormente significativi.

Raffronto scenari

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni, vuoi essere il primo?

Scrivi la prima recensione per “Rivalutazione beni d'impresa
Foglio di calcolo”

*


*

Ti potrebbe interessare…